Comunicazione dati iva: di cosa si tratta e perché è un’opportunità
16 Maggio 2017
Comunicazione dati iva: di cosa si tratta e perché è un’opportunità

DI COSA SI TRATTA?

Il D.L. 193/2016 obbliga tutti i soggetti passivi IVA a comunicare all'Agenzia delle Entrate i dati delle fatture/bolle/note in entrata e uscita in formato elettronico con frequenza SEMESTRALE.

Fatturare in formato elettronico non è obbligatorio ma costituisce un'ottima opportunità per le aziende che vogliono automatizzare e digitalizzare il processo di fatturazione, rendendolo più veloce e più economico, avvantaggiandosi così per l’obiettivo della Commissione Europea di rendere la fatturazione elettronica il metodo principale in Europa entro il 2020.

Fatturazione elettronica tra privati: i vantaggi per le aziende

Passare a questo tipo di fatturazione telematica comporta un investimento economico davvero limitato, se non del tutto pari a zero. Va ricordato, infatti, che sono previste delle riduzioni degli adempimenti fiscali per tutti i soggetti passivi IVA e per tutti gli operatori economici che adotteranno la fatturazione elettronica tra privati.
Tra i benefici rientra quindi l’esonero dalle seguenti attività:

  • Spesometro
  • Operazioni effettuate nei confronti di soggetti passivi Iva in Paesi inseriti in Black List
  • Dati di contratti stipulati da soggetti che svolgono attività di locazione e noleggio
  • Acquisti effettuati presso operatori economici di San Marino con IVA assolta in autofattura
  • Modelli Intrastat

E non è tutto qui: chi ha optato per la fatturazione elettronica entro il 31 marzo (o aderirà il prossimo anno) avrà diritto a rimborsi fiscali entro 3 mesi dalla Dichiarazione e alla riduzione di 2 anni dei termini di accertamento IVA.


Vantaggi della dematerializzazione

La dematerializzazione, permette vantaggi economici sia diretti (spese di carta e toner), che indiretti (spedizione e conservazione dei documenti).

Stando ad uno studio dell’Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione della School of Management del Politecnico di Milano, passare alla fatturazione elettronica tra privati può portare al soggetto emittente un risparmio tra i 2,50 e i 4 euro per ogni fattura emessa.

Per il soggetto ricevente, invece, il risparmio è quantificabile tra i 5,50 e gli 8,50 euro.

 

ATTIVAZIONE NUOVO SERVIZIO CADI

Per rispettare il nuovo adempimento fiscale 2017, Zucchetti mette a disposizione il nuovo servizio ‘COMUNICAZIONE ANALITICA DATI IVA (CADI)’ che si occupa dell'invio dei dati iva all'Agenzia delle Entrate. Si tratta di un servizio online, accessibile tramite Internet, acquistabile pagando un corrispettivo annuale. Il servizio è perfettamente integrato con i gestionali Zucchetti in modo da automatizzare e velocizzare il processo di invio dei dati.

Seguici sui social!